Ai confini dell’impero: Cannaregio

Scoprite la chiesa di Tintoretto con Venezia Arte

Ai confini dell’impero: dal Ghetto a Sant’Alvise.

Venezia Arte conosce tutte le curisità di Venezia L’itinerario si snoda nel Sestiere di Cannaregio che conserva tutta la ricchezza di un’atmosfera veneziana ancora autenticamente popolare. Dal Ponte delle Guglie attraverso un suggestivo “sotoportego”, si entra nell’antico Ghetto, l’area che fin dal Cinquecento fu designata dal Senato Veneziano ad ospitare la comunità ebraica per poi arrivare, alla fine della Fondamenta degli Ormesini, nel cuore del commercio con l’oriente, il campo dove i quattro Mori in pietra d’Istria stanno di guardia all’antica casa di Jacopo Tintoretto.

Dopo aver ammirato la facciata del Palazzo del Cammello (il Fontego dei Persiani) si visita la Chiesa della Madonna dell’Orto, luogo di alcune delle opere più ispirate del Tintoretto e della sua sepoltura.

Tiepolo-santalviseCosteggiando infine il Rio della Sensa, si giunge alla chiesa gotica dedicata a Ludovico da Tolosa, ribattezzata dai veneziani Sant’Alvise, impreziosita dalle eleganti opere di Giambattista Tiepolo e caratterizzata dall’antico “barco”, la terrazza interna da cui le monache assistevano indisturbate alla Messa.

Durata della visita: 2 ore

Costo: 150 euro

Ingressi:

  • Chiesa della Madonna dell’Orto: viene richiesto un contributo
  • Chiesa di Sant’Alvise: adulti 3,00 € – studenti 1,50 €

In armonia con le finalità del nostro statuto una parte del costo della visita verrà devoluta ad un fondo dedicato alla salvaguardia e al restauro dell’arte minore di Venezia.

PRENOTA